ANTONIO PUNZANO NIETO

1. Introduzione

Antonio è un esempio di agricoltore che ha vissuto l’esperienza del processo di successione di un allevamento transumante di pecore Segureña, razza altamente apprezzata. Anche se, nella sostanza, non ha modificato la struttura della sua azienda, Antonio ha apportato innovazioni nella selezione per il miglioramento delle sue pecore in termini di fertilità, prolificazione e capacità di ingrasso. Egli è un esempio di come diventare, da buon allevatore di ovini, punto di riferimento e promotore di varie iniziative in difesa del collettività a cui appartiene.

2. Profilo del Promotore

Nome Antonio Punzano Nieto
Età 42
Sesso M
Istruzione Certificato di Istruzione Secondaria Superiore (GCE), corsi di miglioramento della razza e selezione del bestiame, corsi di start-up per giovani agricoltori, corsi specializzati di allevamento della razza Segureña.
Marital Status Sposato
Numero di figli 2 Numero di figli: 6 e 8 anni

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Santiago Pontones
Superficie dell’azienda in ettari 1.100 pecore in 700 ettari (S. Morena) e 800 ettari (S. Pontones).
Data da queo la famiglia possiede la fattoria 3 generazioni
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) Antonio (Tempo pieno) 3 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 0 (Tempo pieno) 0 (Part time)

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA PRIMA DELLA SUCCESSIONEN

L’allevamento ovino proviene dalla madre e dallo zio. Il padre era il responsabile del pascolo del gregge. Durante l’anno, stavano 6 mesi nei pascoli comuni nell’area di Santiago Pontones e trascorrevano i mesi invernali nei pascoli più caldi della Sierra Morena. Il numero di animali era di circa 1.100. Non avevano attrezzature o veicoli, tutto il lavoro era fatto manualmente. La commercializzazione avveniva attraverso rivenditori, che stabilivano il prezzo per animale, con poca differenziazione tra tutti gli allevatori di ovini.

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA DOPO LA SUCCESSIONE

Dopo l’acquisizione dell’allevamento, Antonio ha mantenuto il numero di animali e il sistema di transumanza tra Sierra Segura e Sierra Morena. Ha introdotto miglioramenti negli impianti e nelle attrezzature, con l’acquisizione di un fabbricato agricolo, un silo, un trattore e altri veicoli. I cambiamenti più importanti hanno riguadato la gestione e la commercializzazione. Con un sistema di selezione molto innovativo ha migliorato i parametri della fertilità, della prolificazione e del peso. I miglioramenti sono stati tali che gli altri allevatori acquistano i suoi agnelli per le sostituzioni nei loro greggi. Ha inoltre ottenuto la certificazione biologica per tutta la sua produzione ed è entrato nel sistema di protezione delle indicazioni geografiche dell’agnello “segureño”. Un’altro cambiamento rilevante è legato alla commerciaizzazione: Antonio ha abbandonato il sistema di commercializzazione tramite le cooperative, in cui il prezzo per kg di animale era imposto. Questo cambiamento ha avuto un impatto straordinario dal punto di vista del reddito, che si è aggiunto ai miglioramenti ottenuti con la selezione.

4. Processo di Successione

Antonio ha vissuto la realtà di questa attività sin dall’infanzia. Suo padre gli ha trasmesso i valori e le conoscenze per essere un pastore. Nel 2002, dopo la malattia del padre, Antonio ha deciso di assumersi la responsablità delle pecore. Per questo ha fatto domanda per gli aiuti all’avviamento destinati ai giovani agricoltori. Con questa sovvenzione ha acquistato l’allevamento da sua madre e ha apportato dei miglioramenti. Anche se i fratelli di tanto in tanto lo aiutano, è l’unico ad aver deciso di dedicare la propria vita a questa attività, che continua con il sostegno del padre e della famiglia. Il processo è stato soddisfacente per tutte le parti. Tuttavia, dopo l’acquisizione dell’allevamento, ha avuto problemi burocratici con il trasferimento dei diritti di pagamento della PAC.

Minacce/Sfide

I processi burocratici relativii al trasferimento dei diritti al pagamento diretto della PAC sono complessi e non sempre vanno a buon fine. È necessario ricorrere alla consulenza.

I requisiti per il mantenimento della certificazione biologica, che sono principalmente legati al mantenimento della coltivazione delle stesse superfici, sono difficili da mantenere nel caso di pecore transumanti.

È difficile stipulare contratti sui pascoli pubblici, ed è ancora più difficile rinnovarli a causa dei sistemi di concessione molto competitivi.

L’aumento dell’attività di caccia ostacola il pascolo transumante, in quanto rende difficile l’accesso a molti pascoli.

Formazione/Capacità/Competenze principali

E’ importante diffondere i valori del cooperativismo. Sono necessari più professionisti per dominare la commercializzazione dei prodotti ovini di qualità, sia che siano biologici sia che siano venduti con il marchio di indicazione geografica protetta.

Importanza di istituire scuole per pastori che abbinino formazione teorica e pratica, con docenti che insegnino il lavoro quotidiano del pastore.

Bisogna amare la campagna e le pecore. È un’attività che richiede molta dedizione, pertanto bisogna essere pazienti e adattarsi a qualsiasi situazione.

Bisogna avere capacità di comunicazione e abilità psicologiche per affrontare le persone che si incontrano lungo la strada.

 

”La pastorizia comporta molti sacrifici, deve piacerti”. 

“Devi essere molto chiaro riguardo a quello che desideri”. 

“Dobbiamo sempre impegnarci ottenere qualcosa di più”. 

“Devi essere trasparente con le istituzioni” 

ANTONIO PUNZANO NIETO 

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande

TORNA SU