JUAN FRANCISCO MARTOS

1. Introduzione

Attualmente, Juan Francisco gestisce un’azienda olivicola e un piccolo gregge di capre. Nel 2005 Juan Francisco ha iniziato ad aiutare suo padre, ma dal 2014 è il proprietario dell'intera azienda agricola. Vivono insieme e le due generazioni collaborano nel lavoro. JF ha pianificato lo sviluppo futuro della fattoria, cercando le migliori opportunità per realizzare il suo progetto.

2. Profilo del Promotore

Nome Juan Francisco Martos
Età 32
Sesso M
Istruzione Scuole superiori, Istruzione professionale in meccanica, Corsi destinati ai Giovani Agricoltori per l’avvio di Nuove Imprese (Suolo, Nutrizione, Potatura, Amministrazione, Marketing)
Marital Status Celibe
Numero di figli --

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Cambil (Sierra Mágina), Jaén
Superficie dell’azienda in ettari 18
Data da queo la famiglia possiede la fattoria 2002
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) 0 (Tempo pieno) 6 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 0 (Tempo pieno) 1 (Part time)

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA PRIMA DELLA SUCCESSIONEN

La fattoria è stata di proprietà della sua famiglia almeno dal tempo del bisnonno materno. Suo nonno ha gestito la fattoria fino a che suo padre non entrò a far parte della famiglia e cominciò a gestire l’attività e a fornire servizi agricoli a contratto in Andalusia e in Castiglia utilizzando macchine raccoglitrici per cereali. Hanno sempre cercato di adeguare i macchinari ai tempi e sono stati quelli che hanno introdotto gli impianti di irrigazione nelle colture permanenti. Per la commercializzazione lavoravano sia con una cooperativa che con uno stabilimento privato.

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA DOPO LA SUCCESSIONE

Sebbene dal 2005 l'azienda sia stata gestita congiuntamente, affinché fosse possibile presentare la domanda per il sostegno all’avviamento a favore dei giovani agricoltori, il processo di successione è stato completato nel 2014, con il trasferimento della terra e la cessione dei pagamenti diretti a JF. La produzione animale è destinata all'autoconsumo e alla vendita ai vicini. Dal momento che è un lavoratore autonomo, JF ha acquistato un trattore con una pala e un rimorchio. In questo modo ha ridotto la manodopera necessaria e l’aumento di efficienza gli ha consentito dei margini maggiori e la riduzione dei tempi di lavoro e di raccolta. Hanno aumentato la superficie irrigata e hanno migliorato gli impianti di irrigazione già esistenti. Per quanto riguarda la commercializzazione, lavorano con diverse alternative che consentono una migliore gestione economica. Nonostante la mancanza di un buon terreno, la gestione nutrizionale della fattoria è migliorata. Hanno adottato l'uso di nuove tecnologie informatiche per la gestione aziendale e per la raccolta di informazioni. Attualmente JF ha intenzione di incrementare l'allevamento di capre e sta raccogliendo informazioni circa l’avviamento di un allevamento di polli.

4. Processo di Successione

La decisione di richiedere l’aiuto all’avviamento lo ha costretto a registrarsi come lavoratore autonomo, per non duplicare le spese di gestione e avere condizioni migliori in qualità di giovane agricoltore. Data l'età avanzata del padre, J. Francisco gli ha proposto di assumere la gestione della fattoria. Suo padre ha accettato e gli ha ceduto l’attività, in cui aveva già lavorato per oltre dieci anni. Il padre gli ha conferito tutta la responsabilità, anche se continua ad aiutarlo in alcune attività. Anche sua madre lo aiuta nei compiti amministrativi. JF ha una sorella che ha accettato che J. Francisco gestisse la fattoria di famiglia. La soddisfazione di sviluppare un'attività e i risultati ottenuti rendono J. Francisco e i suoi genitori pienamente soddisfatti.

Minacce/Sfide

Eccesso di obblighi normativi, i controlli e le sanzioni non facilitano lo sviluppo dell’attività, in quanto richiedono una consulenza costante.

All’avvio di un’attività vi è dipendenza dagli aiuti e il loro ritardo limita il regolare sviluppo dell’attività stessa.

Una dimensione minima della fattoria e la solvibilità finanziaria sono necessarie affinché l’attività sia sostenibile.

Durante la successione, possono sorgere difficoltà con terzi. I proprietari della terra possono fare difficoltà agli affittuari successori, costringendoli a cedere qualcosa per mantenere i contratti del predecessore.

Formazione/Capacità/Competenze principali

Sapere come mantenere una buona comunicazione e come coinvolgere tutta la famiglia nei diversi ruoli, indipendentemente da chi è il proprietario e chi prende le decisioni. 

Essere un imprenditore, avere una visione dell’attività proiettata verso il futuro, proporre progetti a medio termine.

Essere positivi, essere flessibili e avere la capacità di cercare opportunità e di raccogliere e associare informazioni per cercare alternative e soluzioni. 

 

Non avviare un’attività per obbligo o per ricevere sovvenzioni. La cosa più importante è che l’attività ti piaccia. Abbi la pazienza di progredire poco a poco. Le sovvenzioni devono essere utilizzate per sviluppare la tua attività e raggiungere i tuoi obiettivi. 

JUAN FRANCISCO MARTOS

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande

TORNA SU