1. Introduzione

Jure Grmek è di Koprivnik v Bohinju, un piccolo villaggio situato nella parte nord occidentale della Slovenia, nel cuore delle Alpi slovene, nell’area di Bohinj - una delle zone più importanti per il turismo alpino sloveno e centro del parco nazionale di Triglav, il più grande parco nazionale della Slovenia. Situato sul pendio meridionale del Pokljuka (altopiano boscoso alpino) a 1100 metri sul livello del mare, è anche uno dei villaggi con la maggiore altitudine del paese. Nel villaggio vivono circa 230 persone. Dopo la seconda guerra mondiale, la popolazione è diminuita a causa dell’emigrazione e le persone che ancora vivono nel villaggio lavorano per lo più altrove. Quelli che sono ancora impegnati in attività agricole, si occupano principalmente di allevamento di bestiame e di silvicoltura. Jure Grmek ha completato l’istruzione secondaria e superiore in agricoltura. È il figlio maggiore della sua famiglia. Vive con i genitori e due sorelle. L’azienda che gestisce è piccola, ed è una miscela di allevamento di bestiame, agricoltura, silvicoltura e apicoltura come attività complementare. Jure ha intenzione di sviluppare delle attività da offrire al crescente numero di clienti e turisti che visitano Bohinj, Pokljuka e il parco nazionale di Triglav.

2. Profilo del Promotore

Nome Jure Grmek
Età 23
Sesso M
Istruzione Jure ha un’istruzione secondaria e superiore in agricoltura. Nel suo lavoro in fattoria e nel processo di successione non utilizza tanto il servizio di consulenza. Ottiene la maggior parte dell’aiuto da una rete informale di rapporti con persone provenienti dall’ambiente agricolo e dai suoi coetanei impegnati ad affrontare lo stesso suo processo.
Marital Status Celibe
Numero di figli 0

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Koprivnik v Bohinju 30, 4264 Bohinjska Bistrica
Superficie dell’azienda in ettari 12 ha
Data da queo la famiglia possiede la fattoria Da più generazioni. Da quello che ricorda.
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) 1 (Tempo pieno) 4 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 0

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA PRIMA DELLA SUCCESSIONE

Prima di assumere la responsabilità della fattoria, Jure si occupava principalmente dell’allevamento di bestiame e della silvicoltura. Il loro prodotto principale era il latte crudo. Lo vendevano attraverso le cooperative agricole, inizialmente ad un caseificio di Bohinj, e in seguito ad un caseificio di Kobarid, perché quello di Bohinj aveva problemi economici. Per un po’ hanno allevato bovini da carne della razza autoctona Cika, ma in seguito sono passati alla razza Simmental. Il principale profitto che ottenevano dalla loro foresta era costituito dalla vendita di legname e legna da ardere. Erano anche apicoltori, ma il miele che producevano era per lo più per loro stessi. Per molte generazioni l’intera famiglia ha partecipato al lavoro in azienda. Ma le decisioni importanti sono state sempre prese dal proprietario ufficiale della fattoria. In passato, non si occupavano della vendita diretta al consumatore finale, ma vendevano i loro prodotti attraverso cooperative agricole. Gli investimenti in macchinari ed edifici erano limitati alle urgenze.

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA DOPO LA SUCCESSIONE

Jure manterrà come attività centrali l’allevamento di bestiame e la silvicoltura, perché meglio si addicono alle condizioni naturali e alle limitazioni dell’ubicazione della fattoria. Egli vede anche la possibilità di sviluppare una quota maggiore di colture agricole tradizionali, storicamente presenti in ogni fattoria montana di sussistenza. Queste colture stanno diventando sempre più interessanti per i consumatori più esigenti e informati che cercano prodotti tradizionali e locali. Jure ha anche aumentato il numero di colonie di api, in modo che il miele possa diventare uno dei principali prodotti commerciali. Vorrebbe potenziare la sua produzione di latte trasformandolo lui stesso in diversi prodotti lattiero-caseari. Per quanto riguarda la silvicoltura, Jure vede un valore aggiunto e un’opportunità nella produzione e vendita di carbone. Sta già creando contatti con carbonai di tutto il mondo. Vorrebbe anche trasferire l’attenzione dagli intermediari al consumatore finale. Vede questa opportunità nei turisti e nei visitatori che vengono sempre più numerosi a visitare la zona.

4. Processo di Successione

Il precedente proprietario era il nonno di Jure, dopo la sua morte, la madre di Jure assunse la guida della fattoria. Oltre a lavorare in azienda, entrambi i suoi genitori hanno sempre avuto un lavoro al di fuori del loro villaggio. Cominciarono a pensare alla futura proprietà dell’azienda agricola solo dopo la morte del nonno. Sua madre assunse quindi la guida della fattoria, ma iniziò a pensare a trasferire la proprietà quando esisteva ancora il programma di “Pensionamento anticipato”. La decisione sulla successione di Jure fu presa quando lui aveva tra i 18 e i 20 anni. La procedura formale non stata è ancora completata, perché Jure vuole aspettare che entrambe le sorelle abbiano raggiunto i 18 anni, in modo che non ci siano questioni irrisolte circa i diritti di eredità e di proprietà.

Minacce/Sfide

La sfida più grande è quella di riuscire a trovare la giusta attività che in futuro dia profitto e anche che soddisfi i desideri e sia in linea con le nozioni in materia di agricoltura del proprietario. L’intenzione di Jure è di preservare e rinnovare le tradizioni della campagna ed anche di rafforzare i legami con la comunità.

L’intenzione di Jure è di preservare e rinnovare le tradizioni della campagna ed anche di rafforzare i legami con la comunità.

Un’altra grande sfida è trovare soluzioni per quanto riguarda i diritti di eredità e di proprietà tra fratelli.

Dal punto di vista finanziario, Jure non è gravato da tasse di successione. Inoltre, le misure di politica agricola gli stanno dando alcune agevolazioni attraverso i bandi dei programmi di sviluppo rurale.

Formazione/Capacità/Competenze principali

Jure non ha partecipato a nessun programma particolare di istruzione sulla successione in agricoltura. Ma il Servizio di Consulenza provvede alla presentazione delle domande per i singoli bandi di gara. Per il resto, il processo di successione si limita agli accordi tra i membri della famiglia, in cui contano di più la comunicazione, la comprensione e la tolleranza.

Una buona comunicazione tra i membri della famiglia e il loro desiderio di mantenere e sviluppare l’azienda agricola di famiglia.

È anche molto importante che il proprietario percepisca molte opportunità per lo sviluppo, l’immagine e lo status della comunità agricola nell’ambiente locale, colga l’importanza dell’agricoltura per il paese e partecipi alle politiche agricole.

 

"La storia di ogni proprietario è speciale. Per il buon esito di tutte le successioni è importante soprattutto che il proprietario sia felice e abbia un atteggiamento positivo verso l’agricoltura e la campagna. È importante che creda nelle sue capacità e che trovi un forte sostegno nei membri della sua famiglia. Deve essere interessato agli sviluppi tecnologici e di altro genere in agricoltura e deve seguire le tendenze e comprendere le esigenze dei suoi clienti. L’agricoltura non è per quelli che vogliono guadagnare molto, ma non sono preparati a impegnarsi a fondo. Un aspetto importante del possedere una fattoria è anche l’indipendenza e l’autonomia nel prendere decisioni importanti sulla fattoria."

JURE GRMEK

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande

TORNA SU