MARIA PIRRONE

1. Introduzione

La fattoria è costituita per lo più da un casolare circondato da olivi. Negli anni ‘90 la fattoria si è ingrandita fino ad una terra confinante con il Parco Naturale del Pollino e al torrente Raganello. L’agriturismo, quindi, iniziò come attività multifunzionale legata all’ecoturismo del parco naturale, per aumentare il reddito derivante dalla produzione di olio extravergine di oliva, il prodotto principale della fattoria. Maria ha preso il posto della madre a capo dell’azienda agricola. L’azienda produce anche formaggio da latte di allevamento, pane fatto in casa di farina di frumento, pasta di grano duro e marmellata di frutti di bosco.

2. Profilo del Promotore

Nome Maria Pirrone
Età 39
Sesso F
Istruzione Laurea in Scienze Agrarie
Marital Status Nubile
Numero di figli 0

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Civita (Cosenza), Calabria, Italia
Superficie dell’azienda in ettari 23
Data da queo la famiglia possiede la fattoria da più di 100 anni
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) 2 (Tempo pieno) 2 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 2 (Tempo pieno) 2 (Part time)

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA PRIMA DELLA SUCCESSIONEN

La fattoria è basata principalmente sulla produzione di olio extravergine di oliva di qualità e formaggio prodotto con latte di allevamento.

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA DOPO LA SUCCESSIONE

I cambiamenti più importanti dopo la successione hanno riguardato i) il miglioramento della qualità della produzione di olio extravergine di oliva, ii) il miglioramento della filiera del latte con la produzione di formaggio tradizionale, iii) la produzione di more. Questi cambiamenti sono stati anche funzionali all’agriturismo, che si è affermato con successo attirando le scuole. L’olio d’oliva, il formaggio fatto in casa, la pasta, il pane e la marmellata, i principali prodotti agricoli della fattoria, erano molto apprezzati. La certificazione biologica è stata il passo successivo per dare alla fattoria una visione chiara, orientata verso l’alimentazione naturale.

 

 

4. Processo di Successione

Maria aveva la chiara percezione che l’agricoltura avrebbe potuto rappresentare il suo futuro e la continuazione della tradizione familiare. Alcune idee innovative furono condivise all’interno della famiglia, con la madre, che era a capo dell’azienda agricola. Quando Maria fu pronta a prendere le redini dell’azienda, sua madre decise di andare in pensione. La successione dell’azienda era dunque già in corso di svolgimento e senza effetti traumatici.

Minacce/Sfide

La burocrazia conseguente i cambiamenti che avvenivano in azienda è stata la questione più gravosa.

Anche la regolarizzazione delle nuove attrezzature e dei nuovi impianti è stata difficile. 

 

La regolarizzazione dell’agriturismo ha richiesto del tempo.

 

La certificazione biologica è stata un’impresa difficile per via del processo di tracciabilità. 

Formazione/Capacità/Competenze principali

La conoscenza del Piano di Sviluppo Rurale è tra le più utili. La competenza per comprendere appieno le misure del Piano in vista della richiesta di un finanziamento è dunque di estrema importanza. Potrebbe essere molto utile per gli agricoltori essere meglio informati sulle misure specifiche e ottenere risposte precise in merito da parte dell’amministrazione.

Nel caso di sovvenzioni regionali/nazionali/europee o prestiti dalle banche, la competenza nella pianificazione aziendale è molto utile per presentare progetti per la richiesta di finanziamenti.

Le competenze tecniche relative ai prodotti alimentari e ai servizi agricoli sono molto importanti per essere competitivi e fornire ai clienti un’alta qualità.

La competenza sull’agricoltura sostenibile è strategica per avere una missione ed una visione aziendale chiare.

 

E’ importante pianificare una tabella di marcia che includa la tua visione e realizzare almeno una parte dei tuoi sogni, anche se devi sapere che non tutto ciò che serve può essere realizzato. Dopo 7 anni a capo della fattoria, Maria non ha realizzato tutto quello che aveva programmato, ma il sogno può continuare. Attualmente Maria è anche impegnata come Presidente dell’associazione nazionale dei giovani agricoltori (AGIA) per condividere la propria esperienza e crescere insieme ad altri agricoltori.

MARIA PIRRONE

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande

TORNA SU