STEFANO FRANCIA

1. Introduzione

L’’Az. Agr. Francia Stefano è una fattoria di 37 ettari, basata su frutticoltura (mele, pere), orticoltura (principali verdure di stagione) e colture annuali. Stefano Francia, il successore, gestisce la fattoria, che ha contribuito ad ampliare da 6 a 37 ettari. In conseguenza dell’ampliamento, è stato necessario acquistare macchine e attrezzature agricole più specializzate. Un’altra coltivazione redditizia che si sta affermando è la produzione di sementi di bietole e di barbabietole per colture industriali, nell’ambito di un impegno sottoscritto con la CAC (Cooperativa Agricola Cesenate). Stefano ha cominciato a 18 anni a collaborare con il padre e, d’accordo con lui, tra i 21 e i 23 anni ha avviato il processo di successione. È anche vicepresidente della Cia Ravenna e presidente del consorzio assicurativo “Condifesa”, che garantisce colture per un valore di 260 milioni di euro.

2. Profilo del Promotore

Nome Stefano Francia
Età 27
Sesso M
Istruzione Scuole Superiori
Marital Status Celibe
Numero di figli 0

3. Profilo dell’azienda agricola

Indirizzo Via Budria 9, Ducenta (Ravenna), Emilia-Romagna (Italia)
Superficie dell’azienda in ettari 37
Data da queo la famiglia possiede la fattoria da 12 anni
Nº di lavoratori in azienda (Membri della famiglia) 2 (Tempo pieno) 0 (Part time)
Nº di lavoratori in azienda (Non appartenenti alla famiglia) 0 (Tempo pieno) 4 (Part time)

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA PRIMA DELLA SUCCESSIONEN

L’azienda è stata di proprietà del predecessore (i.e. il padre) a partire dai primi anni 2000. L’attività agricola è stata fin dall’inizio l’orticoltura, praticata su una piccola fattoria di 6 ettari. Poi Stefano e suo padre hanno deciso di ampliare la loro attività fino a 37 ettari. Dopo la prima rata di finanziamento in qualità di giovane agricoltore, Stefano si è impegnato in modo particolare nella pianificazione aziendale con l’obiettivo di rendere l’azienda più redditizia. La diversificazione, basata su tutte le verdure stagionali, la frutticoltura, in particolare mele e pere, e le colture annuali, è stata la carta vincente per il successo dell’attività agricola. E altrettanto importante è stata la produzione specializzata di sementi di bietola e di barbabietola per la produzione industriale.

DESCRIZIONE DELLA FATTORIA DOPO LA SUCCESSIONE

Il successore ha avviato l’ammodernamento dell’azienda. Dopo la successione e in conseguenza dell’ampliamento, l’azienda è stata sempre più modernizzata con nuove macchine e attrezzature agricole, compreso anche un moderno sistema di irrigazione e drenaggio. La produzione di ortaggi e di frutta di qualità è insieme l’attività principale e la missione dell’azienda.

 

 

 

 

 

4. Processo di Successione

L’idea della successione è venuta al successore quando aveva 21 anni e, con l’accordo del padre predecessore, che ancora presta il suo aiuto in azienda, è stata realizzata in due anni. In qualità di giovane agricoltore, il successore aveva l’opportunità di avviare un piano d’impresa basato su frutta e verdura e alcune colture annuali. Il padre ha acconsentito sin da subito a passare il lavoro al figlio ed ha appoggiato il nuovo piano aziendale.

 

Minacce/Sfide

Non c’è stata nessuna minaccia specifica in quanto la successione è stata concordata con il padre predecessore e vi era completo accordo anche sulla conversione dell’azienda. La sfida principale è stata l’ampliamento della fattoria e l’ammodernamento basato su macchine agricole specializzate, con i relativi investimenti.

La scelta strategica è stata la buona diversificazione dei prodotti dell’azienda, anche implementando e migliorando l’immagine della fattoria, nonostante il fatto che gli elevati investimenti e il relativo indebitamento avrebbero potuto costituire una minaccia.

Il passo seguente è stato quello di migliorare la commercializzazione per adeguarla a una maggiore produzione basata sulla qualità e sulla sostenibilità.

La produzione di semi, la coltura aggiunta più di recente, richiede alta specializzazione e competenza sulle norme del disciplinare per soddisfare le esigenze della cooperativa committente.

Formazione/Capacità/Competenze principali

Conoscenza approfondita della misura in favore dei giovani agricoltori, della prima rata di finanziamento e del piano di miglioramento aziendale, anche grazie al supporto e alla formazione erogati dall’associazione degli agricoltori.

 

Competenza nella pianificazione aziendale, dall’elaborazione del progetto all’implementazione di un’azienda agricola moderna ben attrezzata ed equilibrata. 

 

Conoscenza approfondita dell’orticoltura di una grande varietà di specie legate ai cicli stagionali e della frutticoltura, in particolare mele e pere. 

 

”Pensare e agire su larga scala e essere in grado di coinvolgere altri imprenditori per ottenere i risultati migliori.”

STEFANO FRANCIA 

5. Considerazioni, capacità/competenze richieste nel processo di successione e Quesiti/Domande

TORNA SU